CNA - Associazione della Città Metropolitana di Torino - ministero-della-transizione-ecologica-credito-di-imposta-pari-al-25-sui-prodotti-da-riciclo-e-riuso-in-fase-di-attivazione
Ministero della transizione ecologica. Credito di imposta pari al 25% sui prodotti da riciclo e riuso (In fase di attivazione)


Il Ministero della Transizione ecologica fornisce le indicazioni per avvalersi del credito d’imposta introdotto dall’art. 26-ter, Dl n. 34/2019, per l’acquisto di prodotti da riciclo e riuso.

Destinatari sono imprese e soggetti titolari di reddito di lavoro autonomo che impiegano i beni indicati in proseguo nell'esercizio dell’attività economica o professionale.

Prodotti da riciclo e riuso. Credito di imposta per acquisto

Tale norma riconosce, per l’anno 2020, un contributo pari al 25% del costo di acquisto di:

- semilavorati e prodotti finiti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclaggio di rifiuti o di rottami;
- compost di qualità derivante dal trattamento della frazione organica differenziata dei rifiuti.

Il decreto MiTE del 6 ottobre 2021 – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 297 del 15 dicembre – definisce la natura e le tipologie di materie e prodotti oggetto di agevolazione, nonché i criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d'imposta.

Ai destinatari suddetti spetta un contributo nella forma di credito d'imposta, pari al 25% del costo di acquisto di detti beni fino ad un importo massimo di euro 10.000 per beneficiario.

Il sostenimento della spesa nonché l’impiego dei beni nell’ambito dell’attività esercitata devono essere attestati:

- dal presidente del collegio sindacale;
- da un revisore legale iscritto nel registro dei revisori legali;
- da un professionista iscritto nell'albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, o nell'albo dei periti commerciali o in quello dei consulenti del lavoro;
- dal responsabile del centro di assistenza fiscale.

Con riferimento alle spese sostenute nel 2020, i richiedenti devono presentare, tramite accesso alla piattaforma telematica resa disponibile sul sito del ministero dell’Ambiente, apposita richiesta al MiTE entro 60 giorni dalla data di comunicazione dell’avvenuta attivazione di detta piattaforma.

Entro novanta giorni dalla data di presentazione delle domande, il MiTE comunica ai richiedenti il riconoscimento oppure il diniego dell'agevolazione.

Il credito d'imposta è riconosciuto:

- secondo l'ordine di presentazione delle domande;
- fino ad un importo massimo di euro 10.000 per ciascun soggetto beneficiario;
- fino all'esaurimento delle risorse nel limite complessivo di 10 milioni di euro.

Il bonus in discorso non è cumulabile col credito d’imposta per l’acquisto di prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica ovvero che acquistano imballaggi biodegradabili e compostabili secondo la normativa UNI EN 13432:2002 o derivati dalla raccolta differenziata della carta e dell'alluminio (art. 1, comma 73, L. n. 145/2018).

CNA STORIE
L'intervista del mese: Il Cucinino
in via Braccini, a Torino



Eventi




Servizio TgR Piemonte del 24-3-2021 - Il nuovo Segretario CNA Torino Filippo Provenzano interviene sul decreto sostegni

          
         

CNA - Associazione della Città Metropolitana di Torino - Via Millio 26 10141 Torino (To) - Italia
Tel. +39.011.1967.2111 - Fax +39.011.1967.2194 - 2192 - 2251 - P. Iva 06611450013 Cod. Fiscale 80082230014
Informativa Privacy CNA Torino - Informativa cookie e di navigazione del sito internet - Informativa Legge 124/2017